Get Adobe Flash player
Home Diritti Umani Verso il riconoscimento dei diritti degli ultimi popoli…

Verso il riconoscimento dei diritti degli ultimi popoli…

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Verso il riconoscimento dei diritti degli ultimi popoli… 

Dopo 22 anni di dibattiti e negoziazioni, il 19 settembre 2007 le Nazioni Unite hanno approvato a New York la Dichiarazione sui Diritti dei Popoli Indigeni. Ha votato a favore la maggioranza dei paesi aventi diritto al voto: 143 i voti a favore, 11 gli astenuti.Australia, Nuova Zelanda, Canada e Stati Uniti hanno votato contro. Come sottolineato dal Boscimane Jumanda Gakelebone, esponente dell’organizzazione First People of Kalahari, è grazie a questo documento che i governi non potranno più trattare i popoli tribali di tutto il mondo come cittadini di seconda classe, cacciandoli dalle loro terre.La dichiarazione riconosce i diritti dei popoli indigeni alla proprietà della loro terra e a vivere come desiderano. Afferma, inoltre, che non possono essere sfrattati dai loro territori senza il loro libero e informato consenso.
“Un passo storico - scrive
l’Associazione per i popoli minacciati - perchè con questa dichiarazione per la prima volta verranno riconosciuti esplicitamente anche i diritti collettivi dei popoli indigeni”.L’associazione  chiede adesso alla comunità internazionale di “prendere sul serio la sua stessa decisione e di sottoporre ad esame ed a nuove negoziazioni con le popolazioni direttamente interessate tutti i progetti di mega dighe, di disboscamento e di produzione di materie prime su territorio indigeno”.

Sono circa 370 milioni gli appartenenti ai popoli indigeni nel mondo, distribuiti in 5000 comunità indigene, presenti in 75 stati. Tra di loro circa 84 milioni di Adivasi in India, i Sami del Nord Europa, i circa 40 milioni di Indiani in tutta l’America, gli Aborigeni in Australia, i Maori in Nuova Zelanda, i San nell’Africa meridionale. In Italia è l’associazione Survival che si occupa dei diritti dei popoli tribali, che adesso si augura che il Governo italiano voglia ratificare al più presto la Convenzione ILO 169, necessaria per dare concreti strumenti giuridici alla tutela dei diritti dei popoli indigeni del mondo.

Gli ultimi… degli ultimi 

Recentemente alcuni membri di una delle ultime tribù incontattate rimaste al mondo sono stati fotografati nei pressi del confine tra Perù e Brasile. Le foto sono state scattate durante diversi voli effettuati su una delle parti più remote della foresta pluviale amazzonica, nello stato brasiliano di Acre. L’attività di disboscamento illegale sta spingendo le tribù isolate peruviane oltre il confine e potrebbe metterle in conflitto con i circa 500 Indiani isolati che vivono sul versante brasiliano.
“Ciò che sta accadendo in questa regione è un enorme crimine contro la Natura, i popoli indigeni e la fauna, e costituisce un’ulteriore testimonianza della totale irrazionalità con cui noi, i cosiddetti “civilizzati“, trattiamo il mondo”, ha dichiarato un esponente del FUNAI, il dipartimento governativo per gli affari indigeni del Brasile.
Esistono più di cento tribù incontattate in tutto il mondo e più della metà vivono tra Brasile e Perù: su tutte grava la seria minaccia di essere costrette con la forza a lasciare la loro terra, di essere uccise e decimate da malattie a loro sconosciute.
"I popoli indigeni che vivono senza alcun contatto con il mondo esterno sono un centinaio in tutto il mondo", spiega Francesca Casella, direttrice di Survival Italia. "Di loro si sa molto poco, se non che il loro isolamento è sempre frutto di una scelta obbligata, compiuta per sopravvivere alle invasioni dei coloni, dei tagliatori di legno, delle compagnie petrolifere e dei latifondisti. Questi popoli vivono ancora oggi in fuga perenne. Molti hanno sofferto la perdita dei loro cari per mano dell’uomo bianco, nel corso di decenni di massacri silenziosi o per effetto di malattie per loro letali. Ognuno di questi popoli è unico e le loro lingue, le loro culture e le loro visioni del mondo sono insostituibili. Sono sicuramente i popoli più vulnerabili del pianeta. Non possiamo cambiare il passato ma possiamo certamente evitare che la storia si ripeta."



Informazioni generali Sui Nativi americani: http://it.wikipedia.org/wiki/Nativi_americani

Sugli Inuit: http://it.wikipedia.org/wiki/Inuit

Sugli Aborigeni australiani: http://it.wikipedia.org/wiki/Aborigeni_australiani

Sui Popoli indigeni del Brasile: http://it.wikipedia.org/wiki/Popoli_indigeni_del_Brasile

Sui Popoli indigeni della Colombia: http://it.wikipedia.org/wiki/Popoli_indigeni_della_Colombia

Sui Pigmei Baka dell’Africa Equatoriale: http://www.pygmies.info/baka/pigmei-baka.html

Sui Boscimani: http://it.wikipedia.org/wiki/Boscimani

Sui Popoli nomadi: http://it.wikipedia.org/wiki/Popoli_nomadi 

Sulle minacce ai Popoli indigeni:

http://www.gfbv.it/3dossier/popoli/pop1.html

http://www.gfbv.it/3dossier/popoli/pop2.html

http://www.gfbv.it/3dossier/popoli/pop3.html 

Sulla tutela internazionale:http://www.un.org/esa/socdev/unpfii/

http://www.un.org/esa/socdev/unpfii/documents/doc_sessions.htm 

Organizzazioni non governative:http://www.international-alliance.org/

http://www.urihi.org/urihi.html

http://www.jpdutilleux.com/roothtmls/map.html


 

 
Ultimi Eventi
No events
Eventi Calendario
March 2021
S M T W T F S
28 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31 1 2 3
Ulti Clocks content
Ambiente Agricoltura Salute Ultime Notizie Diritti Umani Nutrizione Notizie flash
3D Live Statistics
Sondaggi
Cosa pensi di questo Sito?
 
Previsioni meteo
Click per aprire http://www.ilmeteo.it